The first Liberty City Sightseeing

Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Busto Arsizio Liberty Tour 2017

Busto Liberty Tour

Partenza alle ore10.00 ed ore 15.00 dal Museo del Tessile
Da Marzo/Aprile 2017 tutte le Domeniche fino al 30 Ottobre 2017
Quota Liberty Tour comprensiva di bus e visita guidata da Busto-  25,00 euro
Bambini fino a 16 anni - 10,00 euro
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

 

Il Museo del Tessile e della Tradizione Industriale venne istituito con lo scopo di raccogliere, conservare e valorizzare oggetti, macchine, prodotti e documenti riferiti all'industria tessile locale ed ad altri settori della tradizione industriale bustese. Il Museo ha sede nell'edificio che ospitava il reparto filatura di una delle principali manifatture della zona, il Cotonificio Carlo Ottolini poi Bustese, importante esempio di archeologia industriale nella città. 

 

Departure at 10.15 a.m. at "Museo del Tessile;and 10.30 a.m at  "Stazione Nord":
From March/April to October
 every Sunday.
Price of the bus tour with guide: 25€
Child 'till 16 years old:10€

 

The Museum of Textiles and Industrial Tradition was established with the aim of collecting, preserving in the area, the Cotton Mill Carlo Ottolini, an important example of industrial architecture in the city. and enhancing objects, machines, products and documents related to the textile industry and other sector of the Busto Arsizio's industrial tradition. The museum is located in the building that hosted the spinning department of one of the leading manufactures. 

Fermata n°1: Villa Ottolini Tovaglieri

Fermata n°1: Villa Ottolini Tovaglieri

La villa fu costruita per Enrico Ottolini nel 1903 che qui aveva il proprio stabilimento cotoniero. La villa presenta un impianto semplice e simmetrico, che assume le forme di un palazzo cittadino. Sobrio il contrasto cromatico tra il grigio della pietra e il bianco degli elementi decorativi. Notevoli i ferri battuti che completano l'edificio, capolavoro del grande artista Alessandro Mazzucotelli. Sull'impianto lineare della struttura portante si innestano decorazioni di grande qualità espressiva: foglie e frutti di ippocastano, nastri, viticci e spirali. Sempre del Mazzucotelli sono i ferri battuti dei lampioni e delle lampade a parete che ornano le facciate. Anche all'interno è notevole la decorazione pittorica e plastica con dipinti di Angelo Galloni nel corridoi centrale; al piano superiore un affresco con putti di Mario Chiodi Grandi.

The Villa was built in 1903 for Enrico Ottolini which here had its plant cotton. The villa has a simple and symmetrical system which takes the form of a city palace. Sober chromatic contrast between the gray of the stone and the white of the decorative elements. Remarkable wrought iron that complete the building, a masterpiece of the great artist Alessandro Mazzucotelli. On the system of the linear bearing structure are grafted decorations of great expressive quality: leaves and fruits of chestnut, ribbons, tendrils and spirals. Mazzucotelli created also the wrought iron of streetlights and wall lamps that adorn the facades. Also inside is remarkable the pictorial and plastic decoration with paintings of Angelo Galloni in central corridors; upstairs a fresco with cherubs made by Mario Chiodi Grandi

Fermata n° 2: Casa Colombo

Fermata n° 2: Casa Colombo

La realizzazione di questa villa fu preceduta da una lunga fase di progettazione; tutti i progetti portavano la firma dell'architetto Silvio Gambini: il suo intervento partiva dall'edificio, per definire poi i più piccoli particolari come gli oggetti d'arredo, le maniglie, i mobili, le decorazioni, i fetti battuti ecc. Casa Colombo è un edificio a tre piani in stile tipicamente Liberty. La facciata, che apparte leggermente asimmetrica per la posizione dei balconi, risulta quindi molto movimentata grazie ad accostamenti di parti lavorate e lisce, di elementi in pietra, cemento, intonaco e mattoni. La villa doveva essere riccamente decorata anche all'interno, di cui purtroppo si conserva solo la scala elicoidale di accesso al primo piano.

 

The realization of this Villa was preceded by a long planning phase; all projects bearing the signature of the architect Silvio Gambini: his work started from the building to define the smallest details such as decorative items, handles, forniture, decorations, wrought iron etc. Colombo's House is a three-storey building in Liberty style. The facade, which appears slighly asymmetric because of the position of balconies, is very special thanks to combinations of machined parts and smooth, elements of stone, cement, bricks and plaster. The Villa had to be richly decorated inside, which unfortunately is preserved only the spiral staircase leading to the first floor.

Fermata n°3: Molini Marzoli Massari

Fermata n°3: Molini Marzoli Massari

I Molini Marzoli Massari sono l'unico esempio di stabilimento produttivo per la lavorazione del grano presente a Busto Arsizio: vi si lavoravano fino a 500 quintali di frumento, realizzando tutte le diverse fasi di trasformazione del cereale. Venne incaricato della progettazione l'innovativo architetto bustocco Silvio Gambini. Nel suo progetto vi è un equilibrio tra funzionalità ed estetica, in cui i materiali "povero" come mattoni a vista, intonaco e cemento vengono ingentiliti da eleganti motivi decorativi, raffinati ferri battuti e studiati giochi di contrasto cromatico, secondo uno stile affermato negli stati industrializzati di tutta Europa agli inizi del XX secolo: lo stile Liberty. 

The Molini Marzoli Massari are the only example of a production plant for the processing of grain present in Busto Arsizio: there worked up to 500 tons of wheat, realizing all the different stages of process of trasformation of cereal. He was in charge of designing the innovative architect Silvio Gambini. In his project there is a balance beween functionality and aesthetics, in which the "poor" materials as brick, plaster and concrete are refined by elegant decorative motifs, elegant wrought iron and designed games of contrasting colors that follow a style that has present in the industrial countries throughout Europe in the early XX century: the Art Nouveau style. 

Fermata n° 4: Palazzo Frangi

Fermata n° 4: Palazzo Frangi

Il prestigioso palazzo fu progettato per Luigi Frangi da Silvio Gambini e realizzato tra il 1926 e il 1927. L'edificio è arricchito da numerosi particolari, come le colonnine sorrette da mensole. Finestre e balconcini hanno forme differenti e le cornici intorno alle aperture sono studiate nei minimi dettagli. L'organizzazione interna degli spazi invece risulta abbastanza semplice.

 

The prestigious building was designed by Silvio Gambini for Luigi Frangi and boult between 1926 and 1927. The building is decorated with several details  like columns supported by corbels. Windows and balconies have different forms and the frames around the openings are studied in all details; instead the internal organization of spaces is quite simple.

Fermata n°5: Casa Castiglioni

Fermata n°5: Casa Castiglioni

Progettata da Silvio Gambini nel 1907, Casa Castiglioni è una tra le opere più originali realizzate dall'architetto e coniuga le caratteristiche della villa con giardino retrostante e quelle del palazzo urbano. L'edificio di tre piani si presenta diviso verticalmente da quattro lesene che definiscono tre blocchi: uno centrale leggermente più ampio rispetto ai due laterali simmetrici fra loro. Di notevole pregio le soluzioni decorative della facciata: grappoli di frutta, foglie di castagno, rami di ippocastano, aquile con ali spiegate e motivi a nastro. Piazza Garibaldi, su cui si affaccia il palazzo, un tempo ospitava numerosi edifici liberty che donavano ai passanti uno scenario suggestivo. 

Designed in 1907 by Silvio Gambini, Castiglioni's House is one of the most originals works designed by the architect and combines the features of the villa with the garden in the back of the urban building. The three-floor building looks vertically divided  by four pilasters that define three blocks: a central slightly wider than the two side symmetrical to each other. Very valuable solutions decorative of the facade: bunches of fruit, chestnut leaves, branches of horse chestnut, eagles with spread wings and patterns tape. Garibaldi Square, overlooked by the palace, once home to several art nouveau buildings that donated to passers an inspiring scenery. 

Fermata n° 6: Villa Ottolini Tosi

Fermata n° 6: Villa Ottolini Tosi

Villa Ottolini Tosi è ritenuta una dei maggiori siti architettonici della città di Busto Arsizio. Costruita dall'architetto Camillo Crespi Balbi nel 1902 su commissione dell'imprenditore bustese Ernesto Ottolini, vanta un assetto costruttivo ispirato alla tipologia del castello medievale e decorazioni eclettiche fuse con elementi prettamente liberty, tra cui gli straordinari ferri battuti di Alessandro Mazzucotelli, vere opere d'arte che impreziosiscono l'edificio al suo esterno e interno. Qui ha termine il tuor tra i meravigliosi edifici liberty della città di Busto Arsizio.

Villa Ottolini Tosi is considered one of the greatest architectual sites of the city of Busto Arsizio. Built by Camillo Crespi Balbi in 1902 on commission of the entrepreneur Ernesto Ottolini, it boasts a constructive attitude inspired by the typology of the medieval castle and eclectic décor fused with elements purely liberty, including the extraordinary wrought iron by Alessandro Mazzucotelli, true artworks that adorn the building to its exterior and interior. 

Here ends the tour though the beautiful Art Nouveau buildings of the city of Busto Arsizio.